Attività di progettazione grafica e creatività dell’iniziativa, comprensivi di segno/logo della manifestazione e coordinati: programma generale, programma quotidiano, locandine per ciascun singolo evento della programmazione, assistenza e servizio di comunicazione e grafica per i canali digitali, realizzazione di materiali digitali per sito web istituzionale, comprensivo d’integrazione con social media, gestione materiali per social media events, realizzazione esecutiva dei materiali digitali per i canali Facebook e Instragram (immagini a formato, kit copertina, post grafici e testuali), assistenza in Produzione per tutte le attività svolte.

MAGGIO DEI MONUMENTI 2020
La storica manifestazione culturale napoletana “Maggio dei Monumenti” a cura dell’Assessorato alla Cultura e al Turismo si è svolta dal 2 al 31 maggio secondo le nuove modalità dettate dall’emergenza Covid-19 sui canali social (Facebook e Instagram) dell’Assessorato.
Giordano Bruno 20/20: la visione oltre le catastrofi. Un’edizione dedicata a Giordano Bruno, pensatore moderno, eclettico, autore di innumerevoli tesi scientifiche, teologiche e filosofiche, che inquietarono così profondamente l’ortodossia cattolica da spingere il tribunale dell’Inquisizione a condannarlo al rogo, dopo interminabili processi e audizioni, durante i quali Bruno scelse di non ritrattare mai alcuna delle sue convinzioni.Al tema si è aggiunto il doveroso e sentito omaggio al filosofo Aldo Masullo, cittadino onorario della città, appena scomparso, a cui sarà dedicata la giornata inaugurale della manifestazione, sabato 2 maggio, con interventi in video del Ministro dell’Università e della Ricerca Gaetano Manfredi, del Sindaco di Napoli Luigi de Magistris, dell’Assessore alla Cultura e al Turismo Eleonora de Majo e di Nuccio Ordine, ordinario di letteratura italiana all’Università della Calabria che interverrà in diretta con una lectio dal titolo La filosofia come maniera di vivere: Masullo lettore di Bruno. Agli interventi, seguiranno contributi video sulla figura di Masullo.
Per il “Maggio dei Monumenti 2020” la novità è stata l’ambientazione dei contributi culturali nei luoghi monumentali della città, noti e meno noti, nelle chiese, nei chiostri, nei teatri storici, chiaramente senza pubblico e rispettando le norme di sicurezza vigenti: la Certosa e Museo di San Martino, l’Antico Teatro romano all’Anticaglia, il Cortile delle Statue in via Paladino, il Convento di San Domenico Maggiore, la Chiesa di San Severo al Pendino in via Duomo, il Complesso Monumentale Real Casa della SS. Annunziata, l’Osservatorio Astronomico di Capodimonte, il Cimitero delle Fontanelle, il Maschio Angioino, il Museo Ferroviario di Pietrarsa, il Museo Filangieri, lo Spazio Comunale Piazza Forcella, sono solo alcuni dei luoghi che hanno aderito al progetto rendendosi disponibili ad aprire. I templi della cultura ma anche piccoli gioielli meno conosciuti si riempiranno a maggio di artisti e performer che, da soli, si esibiranno per il pubblico collegato on line.